Dettagli, semplici dettagli

Quanto sono importanti i dettagli? Solitamente vengono chiamati “dettagli” avvenimenti o cose di scarsa importanza. Eppure, a volte, sono proprio i dettagli a fare la differenza. In certe situazioni un dettaglio può determinare il successo o la sconfitta, la felicità o la disperazione, la vita o la morte.

Sono certo che ognuno di noi si è trovato di fronte a situazioni in cui un semplice dettaglio ha fatto la differenza.

Le arti, tra le quali anche il cinema, hanno dato vita a grandi opere focalizzandosi sui dettagli.

Cosa sarebbero gli affreschi della cappella Sistina senza il dito di Adamo proteso verso quello di Dio?

Può essere un dettaglio una porta della metropolitana che si chiude un attimo prima o un attimo dopo? Chi non ricorda “Sliding Doors”, per non parlare della meno raffinata serie di film “Final destination”…

Insomma, i dettagli sono importanti.

Dettaglio divanetto G-511

Proprio per questo ho imparato a non trascurare mai quelle piccole cose dicendo “Sono solo dettagli”.

Nel mio lavoro (come in tutti quelli che comportano una serie di interventi e lavorazioni) i dettagli hanno un peso fondamentale.

Quando qualche cliente mi fa notare come certi altri venditori propongono lo stesso modello di mobile ad un prezzo inferiore rispondo che il prezzo è un dettaglio.

I dettagli sono importanti, e il prezzo lo è certamente.

Dettaglio credenza NB-190

Ma il prezzo è un dettaglio che deriva da una serie di altri dettagli.

Voglio farvi partecipi di alcuni dettagli che determinano la differenza di prezzo apparentemente ingiustificata.

Iniziamo a parlare delle sedie. Quelle da cucina, le più economiche. Ebbene, tutti sanno che il telaio è ricavato da quadrotti di legno di faggio. Lasciamo stare il discorso della provenienza di questo legno e concentriamoci sugli spessori. Ricavare un telaio da quadrotti con uno spessore di 4 cm è ben diverso che ricavarne uno da quadrotti con spessore di 5 cm. Esattamente una differenza del 20%. Vi sembra poco? Eppure, normalmente vengono vendute sedie di forma identica ma ricavate da quadrotti di diverso spessore. Presentate con una foto generica possono indurre in considerazioni sbagliate chi confronta il prodotto sulla base della medesima foto.

Non stupitevi se affermo di aver sollevato con un dito metà del peso di una credenza lunga 2 metri. Non sono Maciste: semplicemente ho visto credenze di questo tipo realizzate con spessori ridicoli. Si potrà eccepire che tutto ciò è dovuto al contenimento dei costi. D’accordo, ma attenzione a non appoggiarvisi sopra.

Dettaglio maniglia a farfalla 1381

E poi, vogliamo parlare della lucidatura? La lucidatura è una fase talmente importante in un mobile che spesso supera di molto il valore del mobile grezzo. Ho visto, su alcuni dei siti che praticano prezzi bassi, mobili in tinta ciliegio o noce in vendita ad un prezzo (ad esempio 300,00 euro) e lo stesso mobile proposto senza tinta (grezzo) ad un prezzo inferiore di neppure il 10% (ad esempio 280,00 euro). Allora, qual è il valore di quella lucidatura? O meglio: quanto vale quella lucidatura? 20 euro? Togliamo l’Iva e poi togliamo le minime spese di gestione… cosa resta? Giusto qualche euro per un po’ di vernice annacquata e una frettolosa applicazione. Ok, ci sono persone a cui va bene anche questo tipo di prodotto. Contente loro!

Io penso che la lucidatura sia per un mobile un bel vestito. Ad un mobile si aggiunge o si toglie valore a seconda della qualità della finitura che viene applicata.

Ma torniamo a parlare di dettagli… Un pomello, una maniglia, una serratura… sono solo dettagli. Ma se un pomello o una maniglia un anno dopo l’acquisto inizia a perdere il sottile strato di doratura o del suo colore originale, la cosa è decisamente poco simpatica. I nostri accessori di maniglieria sono garantiti perché realizzati e controllati direttamente: sappiamo perfettamente quali prodotti installiamo sui nostri mobili. Il nostro marchio è impresso direttamente sulla maniglieria stessa, oppure la garanzia viene fornita con relativa certificazione. La maniglieria impreziosita con elementi Swarovski è una delle ultime scoperte di imitatori dediti alla contraffazione. Potrà trattarsi anche di prodotti dignitosi (dubito) ma sbandierare il fatto che la loro è maniglieria con elementi Swarovski originali costituisce certamente un fatto grave e illecito. Sarebbe auspicabile che qualche cliente dubbioso chiedesse direttamente all’ufficio competente della Swarovski se il tal prodotto è regolarmente licenziato. Ne uscirebbe una pulizia del mercato certamente radicale.

dettaglio retro maniglia firmata Arteferretto

 

Dettagli, semplici dettagli…

E per finire, parliamo di tappezzeria. Vi siete mai imbattuti in una sedia, una poltrona o un divano rivestiti in pelle dove si evidenziano antiestetiche pieghe? Il motivo? La densità della spugna sottostante. Quella più economica nel tempo perde elasticità e cala di volume. Il risultato è che la pelle di rivestimento non risulterà più ben “tirata” come in origine ed esteticamente il risultato sarà pessimo.

Quindi, tanti piccoli dettagli. Tante piccole cose che insieme fanno le grandi differenze. Saperlo, a volte, aiuta a fare le proprie scelte. E, alla fine, l’importante è che ce ne sia per tutti i gusti…

Franco Ferretto