Scelte personali…

Una cosa che fa piacere ad ognuno di noi è quando ci viene riconosciuta personalità ed originalità. Ci si sente gratificati per le proprie capacità, che siano per la realizzazione di qualcosa, per una decisione presa, per una scelta fatta…

scelta giusta Arteferretto

In generale, tutto ciò che deriva da azioni personali indirizzate all’ottenimento di un determinato risultato, al raggiungimento del risultato stesso comporta una gratificazione e un appagamento decisamente positivo.

A volte penso a chi affida l’arredamento della propria abitazione chiavi in mano ad un architetto. Alla fine, il risultato appagherà di più l’architetto o il padrone di casa? Per quest’ultimo probabilmente l’appagamento deriverà dal fatto di aver potuto permettersi la spesa di un professionista, ma non quella di una totale scelta del proprio arredamento. Per quanto poco possa pesare, il filtro del professionista toglierà sempre in modo sensibile la responsabilità e quindi il conseguente merito per il risultato raggiunto.

Styledesign offre la più ampia scelta per rendere unica la propria abitazione grazie a migliaia di articoli personalizzabili con le finiture preferite.

Come se non bastasse, Arteferretto mette a disposizione una sezione dedicata del proprio laboratorio per la realizzazione di mobili su misura.

Tutto ciò per la vostra totale gratificazione!

Tutto OK su Styledesign

Posted in Azienda | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Veneto: Eccellenza e passione

Che il Veneto sia una regione molto conosciuta e visitata lo sapevamo da un po’, ma adesso lo confermano anche le statistiche: è la prima regione per presenze turistiche in Italia.

Il patrimonio culturale, artistico, naturalistico, architettonico, enogastronomico,  che offre è  davvero ampio e vario.

venezia sera tramonto gondolaCittà come Venezia, Verona, Padova, Vicenza,  riescono a soddisfare svariate esigenze dei visitatori: dal turismo d’arte, al turismo sportivo, passando per quello enogastronomico e quello termale.

La storia di Venezia e Verona attira milioni di turisti da tutto il mondo, ma anche il Lago di Garda è meta ambita, in particolare da chi ama gli sport d’acqua ( kite surf, wind surf, moto d’acqua, vela… ). Per chi preferisce lo sport estremo ci sono le Dolomiti che offrono un vasta gamma di percorsi per escursioni, trekking, vie ferrate per le arrampicate fino ad arrivare al free climbing.

Padova ospita il più antico orto botanico del mondo (patrimonio dell’Unesco) e accoglie milioni di pellegrini che visitano la Basilica del Santo.

ville venete palladioIl Veneto, poi, è pieno di Borghi medievali e di Ville dei secoli scorsi assolutamente da vedere. Le ville Palladiane sono numerose e tutte così belle che esistono veri e propri tour organizzati dedicati solo alla loro scoperta.

 

 

vino uva enogastronomiaE poi non possiamo non citare i “percorsi del vino” che troviamo un po’ su tutta la regione visto che la coltivazione delle viti e la produzione di vino sono tra le eccellenze del  Veneto.

Vino e cibo tradizionale è un connubio che porta molti turisti a visitare le nostre fiere e feste tradizionali.

amore per la terra e il paesaggioGli splendidi paesaggi,  la diversità della flora e della fauna, la cura dei luoghi e l’attenzione all’ospitalità attirano milioni di visitatori ma anche noi  Veneti  ci appassioniamo e ci lasciamo coinvolgere dalla varietà  e bellezza del territorio.

Proprio il territorio è fonte di ispirazione ed è così che nascono  i lavori più belli ed importanti, che durano nel tempo.

Anche le nostre linee di mobili sono ideate pensando ai nostri favolosi paesaggi.

Ispirati e condizionati dalla natura che circonda la nostra azienda, le progettiamo e realizziamo tenendo ben presente l’eccellenza che contraddistingue l’intera regione mettendoci professionalità e passione.

La stessa passione che vi coinvolgerà visitando le nostre terre.

Posted in Emozioni, La nostra casa, Panorama | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Come acquistare mobili di qualità a prezzi bassi

Acquistare i mobili per la tua casa non è mai stato così conveniente ! In questo periodo il team di Arteferretto ha messo a punto delle offerte e delle promozioni senza precedenti… scopritele tutte e non lasciatevele sfuggire!

facebook-mi-piace1PROMOZIONE FACEBOOK – Che cosa aspettate a cliccare “mi piace” sulla nostra pagina? Tutti i nostri fan riceveranno un codice da usare su qualsiasi acquisto su Styledesign e che vi darà diritto a uno sconto pari al 50% sulle spese di trasporto.

 

image003BUON COMPLEANNO ARTEFERRETTO! – 1980 – 2015. In occasione del suo 35esimo anniversario, Arteferretto riserva ai suoi clienti delle offerte eccezionali ed esclusive! La selezione di tutte le promozioni valide vi aspetta su questa pagina.

 

image005EXPO MILANO 2015 – Partecipate all’evento dell’anno e visitate Expo Milano 2015 gratuitamente con Styledesign ! Per tutti gli ordini superiori a 300 €, utilizzando il codice EXPO, riceverete uno sconto di 32 €, pari al costo medio di un biglietto per Expo!

 

image007SCONTI NON STOP – Oltre a tutte le promozioni valide in questo periodo, tutto il nostro catalogo beneficia di sconti permanenti. Perché riserviamo ai nostri clienti solo il meglio…

Avete solo l’imbarazzo della scelta! E non dimenticate che tutte le offerte le trovate in esclusiva su Styledesign.it.

Posted in Azienda | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Come complicare la vita alle piccole imprese

Non so se è successo anche a voi, a me si.

La scorsa settimana mi sono imbattuta in una fattura da emettere ad un ente pubblico.

Come saprete, con la Finanziaria 2008 è stato introdotto l’obbligo di fatturazione in forma elettronica nei confronti delle Amministrazioni dello Stato. Tutti i fornitori che emettono fattura verso la Pubblica Amministrazione devono adeguarsi a ciò che prevede la legge.

arton19609La legge ha stabilito che l’invio delle fatture elettroniche destinate alle Amministrazioni dello Stato (le famose fatturePA) deve essere effettuato attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), che praticamente è un sistema informatico di supporto al processo di ricezione, della gestione dei dati e gestione dei flussi informativi, anche ai fini della loro integrazione nei sistemi di monitoraggio della finanza pubblica.

La FatturaPA deve avere un formato particolare, deve essere in XML per essere accettata dal sistema di intercambio, deve essere registrata con una specifica numerazione, diversa da quella delle altre fatture, deve avere la firma digitale ed oltre ad avere tutte le informazioni utili ai fini fiscali, deve assolutamente contenere  il Codice Identificativo Univoco dell’ufficio di destinazione della fattura.

Insomma, tutta una serie di informazioni e di operazioni non poi così tanto facili da reperire ed eseguire.

Alla fine delle mie lunghe ricerche sul web sono riuscita a compilare, inserire, inviare e registrare la fattura elettronica a questa pubblica amministrazione, incontrando diversi problemi e perdendo molto tempo prezioso.

A questo punto, mi chiedo: siamo proprio sicuri che questa nuova legge abbia introdotto un sistema di semplificazione di registrazione delle fatture, ai fini di risparmiare carta e monitorare le finanze pubbliche o è semplicemente una “trovata” all’italiana?

Perché a me, sinceramente, è sembrato un metodo poco chiaro e molto macchinoso che costituisce per le piccole-medie imprese un grande dispendio di tempo ed energie per l’emissione di una semplice fattura.

Mi sembra piuttosto un raggiro per far sì che piccole realtà alle quali la pubblica amministrazione (i comuni in primis) potrebbe rivolgersi con oculatezza, siano tagliate fuori da possibili forniture lasciando campo libero ad aziende più strutturate a livello amministrativo (e dove il subappalto è una costante) a danno di piccole imprese (penso a quelle adibite alla manutenzione del verde pubblico in piccoli comuni, all’elettricista, all’idraulico…)

A me, più che ad un risparmio, assomiglia ad una “genialata” per continuare a sperperare soldi senza dare troppo nell’occhio tagliando fuori le imprese più piccole.

Se questa è la semplificazione che favorisce le piccole imprese……

Posted in Azienda, Panorama | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Quel 25 aprile…

35anni

Quel 25 aprile del 1980 era una giornata limpida, anche se fresca.

Il giorno prima era stata attivata la linea elettrica e allora, poco importava se era festa, liberato il garage adibito a laboratorio facendo uscire la Fiat 128, per la prima volta veniva azionato il rumoroso compressore per l’aria compressa.

compressor

Mio fratello, che aveva imparato il mestiere presso un laboratorio in cui aveva lavorato per alcuni anni, iniziò a dare disposizioni spiegandomi le varie fasi delle lavorazioni da fare.

Niente di ché, a pensarci ora. Abbiamo iniziato come terzisti mettendo insieme semilavorati per un’azienda più strutturata.

Anch’io, seppure meno esperto di mio fratello, avevo qualche nozione sulla lavorazione del legno.  I mesi estivi, infatti, nel passaggio da un anno scolastico all’altro, si andava a guadagnare qualcosa in una delle tante botteghe della zona. Il lavoro non mancava e i ragazzi volenterosi che volevano guadagnare qualcosa lavorando in quei tre mesi  erano cercati, se non addirittura contesi, tra le varie botteghe.

Il mio papà, come la maggior parte di quelle persone che hanno fatto rinascere l’Italia, aveva poche ma chiare convinzioni. “Impara l’arte e mettila da parte”. Quante volte ho sentito questa massima!

Marchio Arteferretto

Il nome della nostra azienda, Arteferretto, è un omaggio ad un principio legato ad un nome. Impegnativo, certo, ma molto stimolante.

L’arte… che cos’è l’arte? Una frettolosa considerazione potrebbe farci dire che l’arte è rappresentata da un dipinto, una scultura, una composizione musicale…  chi direbbe “un lavoro”? Eppure, quando si parla di un lavoro a regola d’arte cosa c’è dietro? Non c’è forse l’esperienza, la capacità, l’impegno, la meticolosità di chi lo esegue?

Ricordo ancora che il primo lavoro commissionato consisteva nel tagliare e fissare le cornici alle facciate dei cassetti . Quanta precisione e meticolosità in quel banale lavoro! Sapevamo che quelle facciate sarebbero state guardate e valutate con severa attenzione da chi ci aveva dato fiducia e lavoro e che da quel giudizio sarebbe poi dipeso il nostro futuro (perlomeno quello più immediato).

Il primo comandamento

Fin da quei primi lavori era necessario darsi delle regole, nonché uno standard qualitativo. Quella che nacque già allora come regola fondamentale, e lo è tuttora nel lavoro di tutti i giorni, quella che viene puntualmente ripetuta in ogni circostanza che lo richieda e che ogni dipendente passato ed attuale ha imparato per bene è: Ogni mobile, ogni singolo pezzo deve essere curato con la massima attenzione, come se il prodotto che ne esce dovesse essere messo in casa vostra.

Ogni tanto capita che qualche cliente ci porti a riparare un mobile acquistato chissà dove e chissà da chi, da cui, già da una veloce valutazione si desume un prezzo molto basso e una qualità ancor più bassa. È l’occasione per ribadire con tutto il personale la validità dei nostri principi. “Vi mettereste in casa una cosa così?” e basta un mezzo sorriso o uno sguardo per avere subito una risposta non detta.

Quelli di “Arteferretto” sono mobili che, noi per primi, ci metteremmo in casa. E in 35 anni non abbiamo mai cambiato questa convinzione. È una regola semplice, elementare, ma che può servire a dare l’idea della nostra politica aziendale.

Chi ci conosce sa che è vero e ci premia consigliandoci ad amici e conoscenti, nonché tornando ad acquistare anche dopo la prima volta.

E per noi rappresenta la migliore gratificazione.

Posted in Azienda | Tagged , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Acquistare mobili e detrarli: si può!

Home sweet Home” non è solo un modo di dire, la casa è praticamente il nostro mondo.

image001

È il luogo dove possiamo essere noi stessi: fare le cose come ci piace, ridere a crepapelle o piangere ininterrottamente, pensare ore ed ore o svenire di sonno sul divano. La nostra casa ci rappresenta ed è parte di noi.

Quando noi cresciamo e cambiamo, abbiamo esigenze diverse e anche la nostra casa subisce modifiche.

Varia nello stile, cambiano i mobili e l’arredamento, a volte, se necessario, cambia proprio la struttura.

.

 

 

 

E’ proprio di questo che voglio parlarvi.

Se state pensando che la vostra casa ha bisogno di rifarsi bella, di ringiovanire e mettersi a passo con i tempi dovete sapere che ristrutturarla può essere anche un buon modo per risparmiare sulla dichiarazione dei redditi. A questo proposito, infatti, ci sono delle agevolazioni fiscali che potete richiedere.

Le agevolazioni riguardano:

  • la riqualificazione energetica degli edifici,
  • l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ per gli immobili soggetti a ristrutturazione,
  • l’adeguamento antisismico.

La spesa certo non può essere illimitata ed infatti il tetto massimo non deve superare i 10.000 euro, ma si può detrarre il 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici e questa è già un’ottima cosa!

Un’altra buona notizia è che Styledesign vi offre tutta la documentazione ed il sostegno necessari  per affrontare “l’intervento chirurgico” della vostra abitazione nel migliore dei modi.

Proprio perché la casa è parte della nostra vita, lo stile dell’arredamento non è una cosa da sottovalutare, anzi.

I mobili saranno i protagonisti discreti della vostra casa e renderanno speciale ogni stanza.

E’ molto importante, quindi,  scegliere con cura non solo lo stile, ma anche i materiali e le finiture. Styledesign offre vari stili d’arredo, ponendo attenzione a tutti i particolari dei propri articoli senza mai dimenticare la praticità e la funzionalità degli stessi.

Quindi, se anche voi vi sentite al passo con i tempi, con solide basi e valori, se vi piace la cura dei dettagli, se odiate le imperfezioni e cercate la praticità e l’utilità nella vita quotidiana, anche la vostra casa, con i nostri mobili, vi assomiglierà.

Posted in Emozioni, La nostra casa, Mobili | Tagged , , , , | Leave a comment

Uno per tutti, tutti per uno

image001Oggi, 22 aprile, si svolge la 50a giornata della Terra, celebrazione indetta dalle Nazioni Unite durante la quale in moltissimi paesi del mondo le migliaia di gruppi e organizzazioni ecologiste si danno appuntamento per discutere delle varie problematiche che affliggono il nostro pianeta e, ci auguriamo, per trovare delle soluzioni concrete e facilmente attuabili. L’obbiettivo della Giornata della Terra è quello di favorire iniziative “buone” per il pianeta, al fine di salvaguardare gli ecosistemi, contenere l’inquinamento, dare un freno al fenomeno dello scioglimento dei ghiacciai e della desertificazione…

Anche a noi di Arteferretto sembrava giusto rendere omaggio in qualche modo al nostro meraviglioso, seppur troppo spesso maltrattato, pianeta: crediamo fortemente che per rendere le cose migliori non servono azioni eclatanti, ma basterebbe che ognuno si impegnasse di più nel piccolo della sua quotidianità, dal chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti allo spegnere le luci quando non servono.

image002Non solo parole ma fatti! Anche i nostri artigiani sono parte attiva nella creazione di uno sviluppo sostenibile: da sempre, infatti, Arteferretto è contro la deforestazione e il legno utilizzato nella costruzione dei mobili, proviene da alberi coltivati e da materiale riciclato, tutto assolutamente privo di formaldeide.

Anche il processo di lucidatura è altamente ecocompatibile, attento alla salute di operai, clienti finali e del nostro pianeta: i mobili vengono verniciati con tinte atossiche a base d’acqua, in cui la presenza di solventi e l’emissione di sostanze tossiche nell’aria è ridotta al minimo per il massimo rispetto dell’ambiente.

Se anche voi state dalla parte della Terra, scegliete prodotti eco-sostenibili, scegliete Arteferretto!

Arteferretto mobili da 34 anni

Posted in Azienda, Mobili, Panorama | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

A ognuno il suo stile

Quando si parla di interior design e architettura di interni, non è raro che ci vengano proposte le tendenze più strane, basti dare uno sguardo a qualche servizio in tv sulla fiera del mobile di Milano che si tiene proprio in questi giorni: ricerca di prodotti e materiali sempre più innovativi e sostenibili, design altamente originale ma con uno sguardo sempre rivolto all’aspetto funzionale, accostamenti di materiali e colori insoliti per risultati talvolta improbabili… insomma si trova veramente di tutto e per tutti i gusti.

image001

L’ultima stranezza  che ho raccolto dal web si chiama micro architettura che, come suggerisce il nome stesso, consiste nel creare uno spazio abitativo avendo pochissimi metri quadri a disposizione. Leggevo di un marchio danese che in appena 55 mq ha creato una sorta di scatola prefabbricata in acciaio e vetro, posizionata nel bel mezzo di un bosco, in cui lo spazio di cucina, sala da pranzo, bagno e camera da letto è stato distribuito su due livelli. Una casa tascabile insomma. Tempi di attesa? 6 mesi per la produzione e dai 3 ai 5 giorni per l’installazione. Il tutto per la modica cifra di 485,000 € euro.

image002Certo per gli amanti della vita all’aria aperta è sicuramente qualcosa di sensazionale, soprattutto se contiamo che la casa può essere orientata a piacere, ma per chi invece come me ama i comfort della casa “tradizionale”, questa di certo non è la soluzione adatta… Premetto che non sono un’assoluta esperta nel campo di arredamenti di interni ma mi sembra che queste tendenze così minimaliste mettano quasi a disagio, siano poco intime e trasmettano davvero poco calore, che poi è l’aspetto fondamentale per creare un ambiente domestico accogliente.

Per non parlare poi delle tendenze in fatto di mobili e complementi d’arredo… strutture sempre più ridotte all’osso, magari in metallo, armadi trasparenti quasi fossero vetrine, contorni squadrati dai colori freddi.

Per fortuna c’è chi invece non ha perso del tutto il buon gusto e ama ancora circondarsi, ad esempio, delle calde tonalità del legno oltre che di morbidi e colorati tessuti. Se vi riconoscete tra questi, allora non potete proprio non visitare il negozio online Styledesign.it, negozio gestito dai diretti produttori dei mobili in vendita! Mobili in stile realizzati e lavorati interamente secondo processi manuali e venduti a prezzi decisamente contenuti (alla faccia della micro abitazione…), che sapranno creare un’atmosfera unica nella vostra casa. Dai porta TV alle vetrine, dai divani ai complementi per la camera da letto, Arteferretto saprà offrirvi il meglio della produzione artigianale veneta unito a un servizio clienti sempre disponibile.

image004

Posted in La nostra casa, Mobili, Mobili Porta tv, Panorama | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

Passione Bianconera

image001Tutti noi abbiamo una passione, per alcuni più evidente, per altri più celata…

Che cos’è la passione? La passione può essere definita quella forza che ci spinge a sostenere quello che amiamo e a proseguire la nostra strada verso quella direzione.

C’è chi dice che la passione è il sale della vita e io sono d’accordo. Le passioni non hanno un’origine ben definita: una passione si ha e basta.

image003Esistono innumerevoli passioni, di vario tipo e differente intensità…

la passione per la danza, con la ballerina che si allena 3 ore al giorno per perfezionarsi…  la passione per il volontariato, di chi decide di impegnarsi in un progetto umanitario in Africa… la passione del falegname per il proprio lavoro che lo fa rimanere nella propria bottega fino a sera inoltrata, quando tutti se ne sono andati, per realizzare un nuovo modello…o la passione per una squadra di calcio.

Gli artigiani di Arteferretto lavorano con grande passione e dedizione e realizzano mobili che li rappresentano: mobili di qualità, unici e affidabili. Anche il lavoro dei nostri falegnami e tappezzieri è una forma d’arte e di passione, condita con duro lavoro, sacrificio, impegno ma anche successo e soddisfazione.

Io personalmente posso parlarvi della mia passione per la Juventus, blasonata squadra di calcio che sicuramente tutti conosceranno! Non so dirvi quando è nata questa passione, semplicemente perché l’ho sempre avuta. Quello del tifo bianconero è un seme che ha trovato terreno fertile in me e in 11 milioni di tifosi sparsi in tutta Italia (senza contare quelli all’estero).

E quando le passioni si uniscono, non possono che nascere dei capolavori.

È questo il caso del nuovo modello presentato da Arteferretto: il comodino PBN-1

Questo mobile rappresenta al meglio lo stile Arteferretto: alta qualità garantita, estrema raffinatezza, grande eleganza, ampia creatività, forte personalità.

image006L’azienda Arteferretto è interamente ubicata in Italia e ha deciso quindi, con questo mobile, di seguire quella che abbiamo detto essere una passione comune a molti italiani: la Juventus!

Il classicissimo comodino modello 314 in stile Luigi Filippo, con 4 pratici cassetti e un cassettino più discreto nascosto dietro la cornice superiore, viene qui “vestito di nuovo”: la laccatura bianca lucida di base fatta da esperti lucidatori è impreziosita dai bordi neri del top e dei cassetti, tutti fatti a mano dalla nostra bravissima decoratrice.

Il dettaglio delle 3 stelle e della bandiera italiana sul primo cassetto (sempre fatto a mano) rende davvero unico questo comodino e non può fare altro che inorgoglire i tifosi bianconeri (perché diciamolo…se vinciamo anche quest’anno lo scudetto, sono 33).

Questo comodino è senza dubbio un prodotto di stile impeccabile, che permetterà ai tifosi juventini di vivere fino in fondo la propria fede calcistica e di avere con i propri ospiti lo straordinario successo che sta avendo la squadra! FORZA JUVE!

Posted in Emozioni, Mobili | Tagged , , , , | Leave a comment

L’eccellenza e l’ignoranza

vino-7Nella vicina Verona, in questi giorni, si sta tenendo il “Vinitaly”, importante manifestazione dedicata ad uno dei grandi vanti d’Italia: il vino.
L’eccellenza, si sa, attira sempre gli approfittatori che sperano di trarre vantaggio riflesso da chi il successo lo ha raggiunto e lo ha saputo meritare.
La nostra Coldiretti ha allestito, nell’ambito di questa importante fiera, l’angolo della vergogna, dove sono esposte tutte le pacchiane imitazioni dei nostri buoni vini italiani. Ecco, ad esempio, il Bordolino, il Kressecco e il Barbera bianco, per tacere del Marsala fatto in Sudamerica…
La polemica, non più velata, nei confronti dell’Unione Europea che permette la libera vendita di vino in polvere non serve a smuovere la situazione.
Il danno economico per il comparto è molto alto, ma non posso fare a meno di pensare ai poveri ignoranti, o illusi, che acquistano questi prodotti.
Non so perché, ma mi viene spontaneo associare l’idea del consumatore del vino taroccato a quello che spende una fortuna in polvere di corno di rinoceronte per ottenere buone prestazioni amatorie o che usa un determinato dopobarba perché è indicato per l’uomo che non deve chiedere mai.
C’è tanta ignoranza, insomma, e, se non fosse che in certi casi anche la salute pubblica è messa in pericolo, ci si potrebbe semplicemente compiacere che certe persone si possano “svegliare” a proprie spese…
è un po’ come dire “Non male questo vino fatto con la polverina… e ha pure un buon grado alcolico! Non sarà doc, ma costa poco e ne posso bere tanto.”
Il vino è un prodotto d’eccellenza italiano.
L’arredamento di design è un’eccellenza italiana.
è un po’ come dire “Non male questa sedia presa col 90% di sconto… è pure bella da vedere. Non sarà Arteferretto ma mi è costata la metà. Basta non sedercisi sopra…”

vino-e-sedie

Posted in Panorama | Tagged , , , , , , , , , , | Leave a comment