Le sedie del tappezziere

Mi capita spesso di scambiare chiacchiere in libertà con il titolare del nostro laboratorio di tappezzeria.
È una persona ricca di alcune qualità che, personalmente, ritengo indispensabili in un artigiano vecchio stampo come piace a me.
È continuamente alla ricerca di nuove soluzioni, dà vita a nuovi modelli, prova, disfa, riprova… sempre alla ricerca di un miglioramento da assimilare e consolidare. Miglioramenti e nuove procedure che diventano nuovi standard di lavoro, e alzano l’asticella della qualità sempre un po’ di più.
campionario di tessuti dal tappezziereNon c’è occasione in cui non mi metta sotto gli occhi un nuovo campionario di tessuti, “Senti che morbidezza! E guarda la trama. Senti che resistenza…” e quasi sempre rimango estasiato da tessuti incredibili.
“Senti questo: e guarda che colori…” e mi chiede “Ma se tu dovessi metterti in casa una poltrona, non pagheresti 5 o 6 euro in più per un tessuto così, piuttosto di avere uno dei soliti Liseré, che ormai vengono tutti dalla Cina che quando li lavoro devo starci attento a non tirarli troppo altrimenti mi si sfilano in mano?”
“Sì!” gli rispondo “Dobbiamo trovare il modo di farlo vedere bene ai nostri clienti. E dobbiamo incentivare il fatto di inviare loro dei campioncini…”
Mi sorride con uno sguardo che dice “E ci vuole tanto per capirlo?”
Sedia in legno imbottita da salotto, sala da pranzo o camera da lettoPoi mi chiama verso una nuova sedia e mi dice “Siediti: provala!”
Lo ascolto, mi siedo, e subito capisco quella sua aria soddisfatta. La sedia è bella ma soprattutto comodissima. Una seduta sufficientemente morbida ma estremamente compatta. Uno schienale perfetto, leggermente avvolgente e dal giusto equilibrio tra morbidezza e solidità.
“Ottima!” gli dico.
Poi, con aria compiaciuta mi dice
“Ti sei mai chiesto che sedie ha in casa un tappezziere?”
Ci penso un attimo. Un tappezziere vede passare tra le sue mani migliaia di sedie ogni anno e una risposta non è semplice… ma il fatto che la domanda sia posta in questo frangente mi fa azzardare
“Hai questo modello?”
Come risposta un sorriso di assenso!
rotoli di tessuti colorati dal tappezzirePoi mi fa strada in mezzo a rotoli di tessuto e pile di gommapiuma e si para davanti ad una poltrona delle più tradizionali, quella che noi in gergo chiamiamo “Voltaire”. Beh… vengo colto da un moto di sorpresa: la struttura è classicissima, ma che effetto! Il telaio è un azzurrino sul quale spiccano un paio di decori in finitura oro ma quello che toglie il fiato è il tessuto: un damascato dai riflessi incredibili. Lo tocco, lo accarezzo: la morbidezza è eccezionale. La tonalità cambia a seconda dell’angolatura della luce. La guardi frontalmente e ti dona un riflesso, lateralmente uno totalmente diverso. Il mio pensiero va subito al modo migliore per rendere l’idea di questa caratteristica.Poltrona da salotto o camera da letto in legno laccato bianco con tessuto azzurro
Penso: ecco come il design può avere una sua evoluzione intrigante anche senza abbandonare lo stile classico.
Mi prende quella tipica soddisfazione che provo quando vedo il prototipo di un nuovo mobile nella sua configurazione finale, o quando vedo la perfetta rispondenza di quanto progettato per un mobile su misura.
Chi non è soddisfatto di sé quando realizza un passo avanti?
Essere artigiani, oggi, non è molto facile. Certe soddisfazioni, tuttavia, sono molto appaganti e bilanciano adeguatamente difficoltà, problemi e preoccupazioni di un lavoro come il mio.

Franco Ferretto

Il Leicester del mobile in stile

Ma ad un artigiano del mobile in stile, piacciono tutti i mobili in stile?
Posso dirlo?
Assolutamente no. Ci sono mobili che mi fanno letteralmente schifo.
Ah, ok, siamo messi bene, direte.
Leicester FC, una favola in Premier LeagueBeh, è un po’ come dire: vi piace il calcio?
Eccome se mi piace.
Ma ciò non toglie che quando assistete ad una partita di scarso livello tecnico, agonistico e con poco spettacolo, il sentimento che provate non è certo di grande appagamento.
Capita, eccome se capita, di pagare molto salato il biglietto per una partita che poi si rivela una grande delusione.
A volte risulta più bella e spettacolare una partita delle serie minori rispetto un grande match internazionale.
Capita, eccome se capita, di pagare salatissimo un mobile solo perché di serie A.
Capita, eccome se capita, di rimanerne delusi.
leicester city football club logoCampioni adagiati sugli allori che vivono di gloria riflessa o sulla bocca di tutti per fatti mondani. Campioni che alla prova del campo dimostrano tutti i loro limiti, incapaci di adattarsi agli avversari e impostare il gioco a seconda di quanto richiesto dalla partita.
Capita, eccome se capita, che un team di una serie minore, che non dispone di tante risorse economiche da investire in pubblicità, e senza tanti nomi famosi metta in campo una tale determinazione e spirito di sacrificio capaci di generare qualcosa di universalmente apprezzato.
Noi di Arteferretto vogliamo offrirvi un grande spettacolo, suscitare in voi piacevoli sensazioni, vogliamo emozionarvi, offrirvi una esperienza di acquisto unica.
È il nostro obbiettivo. Un risultato che ci impegnamo giorno per giorno a conseguire.
Capita, eccome se capita, che il campionato lo possa vincere il Leicester.

Arteferretto logo dorato

Quanti raccomandati!

raccomandatiQuando si parla di raccomandati e raccomandazioni, solitamente si pensa ad un aspetto negativo della nostra società.

È logico e giusto che sia così, perché solitamente si intende la raccomandazione come un’azione esercitata da chi detiene un certo potere per “dare una spinta” a chi non ha i meriti per raggiungere onestamente determinati traguardi.

Ma, queste mie considerazioni, raccolte in queste poche righe, nascono dalla lettura di numerose mail di ringraziamento ricevute dai nostri clienti che, in virtù di ciò che siamo stati in grado di dare loro in termini di servizio e prodotto, sono soliti usare il termine “raccomandazione“.

“Raccomanderò certamente la vostra ditta a parenti e conoscenti”,

“Sento di poter raccomandare la vostra azienda per la serietà e correttezza dimostrata”,

“Vi raccomanderò senz’altro come la miglior esperienza di acquisto on line che ho avuto fino ad ora”…

raccomandatiEcco, queste raccomandazioni sono per noi un vero traguardo. Ma, a differenza di “quel tipo di raccomandazioni”, nel nostro caso, prima si raggiunge il traguardo e poi si ha la raccomandazione, mentre nell’altra accezione del termine, prima si viene raccomandati proprio per raggiungere determinati, fittizi e fasulli, traguardi vantando, poi, il risultato così raggiunto.

Qualcuno potrà dire: bella soddisfazione!

Beh… è sempre più difficile distinguersi dalla massa di venditori privi di scrupolo e senza preoccupazione del domani che, ci sia concesso, per chi, come me fa parte della vecchia guardia che conosce il valore di un cliente ben servito, è certamente un bel risultato.

È una questione di punti di vista: è più conveniente trarre il massimo profitto da una vendita speculando su ogni aspetto di tutto il processo, o vale di più una vendita in cui la cura di ogni particolare ha un costo che riduce il margine finale ma lascia il cliente pienamente soddisfatto?

La nostra scelta, si è capito, è per la seconda possibilità.

…con buona soddisfazione di chi poi ci raccomanda!

Franco Ferretto

Comfort e funzionalità a casa tua

Sabato scorso ho avuto l’occasione di visitare un appartamento “intelligente”.
domotica, tecnologia per la casaVengono comunemente chiamati intelligenti quegli edifici che hanno un impianto di domotica installato e grazie al quale, la nostra vita a casa diventa molto più semplice.
La cosa che più mi ha colpito di questo appartamento, di ben 1.200 mq, è che la ditta che l’ha realizzato ha integrato tecnologie avanzate per rendere “smart” ogni stanza della casa, ma in maniera molto discreta e senza interferire con l’armonia dell’ambiente.
In quella che sembra essere una normalissima sala da pranzo, molto elegante ed accogliente, con il tavolo in legno, e i quadri appesi alle pareti, ecco che, all’occorrenza, cliccando un tasto dello smartphone, il quadro appeso alla parete svela un monitor tv.

luci mimetizzate in decorazioniAncora un attimo sconvolta da quello che ho appena visto in sala da pranzo, mi sposto verso il salotto.
Un salotto che è enorme, un’open space arioso, con questi divani comodi e questi quadri alle pareti che mettono serenità e che, con un semplice click sul telefono, s’illuminano diventando lampade.
Mi accomodo sul divano che guarda questo enorme monitor LCD, curvo, di ultima generazione, e chi mi fa da guida in questo tour mi comunica che assisterò ad un concerto live di Adele. Mi siedo, sapendo già che qualcosa succederà, ed in effetti mi rendo conto che in realtà è Adele che è venuta a fare il concerto a domicilio!

Il suono è perfetto, nonostante l’open space, mi sembra di essere sul palco con lei, e la cosa che mi appare più curiosa è che non vedo casse, nessun subwoofer, nessuna soundbar…. Ovviamente ci sono, perché il suono non potrebbe mai essere così perfetto ed avvolgente senza, ma non li vedo.
salotto moderno ma accoglienteDopo qualche minuto speso a scrutare le pareti, noto che effettivamente, perfettamente mimetizzate con la parete, accanto al monitor ci sono 2 mini casse, e convinta di aver svelato il mistero faccio notare alla persona che mi è accanto che le ho trovate ma, per tutta risposta, mi indica 2 piedistalli di granito e mi fa capire che, quelli che a me sembravano semplici elementi d’arredo in granito, sono in realtà delle altre casse che contribuiscono alla diffusione perfetta del suono in tutta la stanza.
Complimenti!
Tecnologia ad alti livelli inserita negli oggetti più comuni, senza dare nell’occhio, senza stravolgere l’arredamento. Comfort e funzionalità.

Sono rimasta piacevolmente colpita da questa visita, perché mai mi sarei immaginata di poter vedere un appartamento così tecnologico e, allo stesso tempo, tanto semplice ed accogliente.
Sono uscita con il sorriso e ho pensato a come la tecnologia è diventata essenziale nella nostra vita e a quanto sia importante che abbia una sua precisa collocazione e che si integri con l’arredamento.
Mi è venuto spontaneo collegare tutto ad Arteferretto che ha una particolare attenzione per questo tema e “comfort e funzionalità” è il connubio che prediligiamo da sempre per creare mobili che riescano ad ospitare le nuove tecnologie mantenendo l’armonia dell’arredamento.
Un esempio? I nostri mobili porta tv. Sono studiati e realizzati proprio pensando agli spazi necessari per alloggiare il subwoofer e la soundbar, tecnologie che sono sempre più comunemente utilizzate nelle nostre case per migliorare il suono e che rischiano di essere invasive se non si riesce a collocarle in uno spazio ben definito e discreto.
Arteferretto ha pensato anche a questo e ha unito il comfort, la funzionalità ed il design in prodotti unici.

Porta tv 160 cm 4 cassetti 2 portePorta tv 160 cm 3 cassetti 2 porte

Passione tutta italiana

Tra le tante cose che gli italiani sanno fare bene c’è anche “essere un fedele tifoso”, soprattutto se parliamo di calcio.

tifosi italiani
Lo staff di Styledesign non è da meno… com’è vero che ci dedichiamo anima e cuore alla produzione dei nostri mobili per onorare il Made in Italy, è vero anche che siamo degli affiatati tifosi di calcio.
Ovviamente, ognuno di noi ha la propria squadra del cuore ma, fortunatamente, siamo tutti molto sportivi ed in ufficio riusciamo a convivere serenamente, anche il lunedì dopo il turno di campionato della domenica. Anzi, questa è un’altra passione che ci unisce, oltre a quella per i nostri mobili!cassettiera, comodino, passione bianco nera, forza bianco neri,

PBN-1 è uno dei prodotti nati proprio dalle nostre passioni, in questo caso specifico: design e football.

Una bella cassettiera, molto pratica, che grazie alle sue piccole dimensioni è collocabile in qualsiasi stanza, dalla camera da letto, alla camera dei bambini, all’ingresso, passando per il corridoio e la taverna…
Abbiamo unito, in un unico prodotto, il design Made in Italy, garantito dall’alta qualità del legno usato e dalla grande abilità dei nostri maestri artigiani, e la passione per i bianconeri.

 

A volte descrivere un prodotto nei minimi particolari non è sufficiente per comprendere la sua effettiva qualità, ecco perché Arteferretto ha pensato di regalarvi la cassettiera PBN-1 per darvi modo di conoscere il nostro marchio e la qualità della nostra produzione.
Da oggi, parte il contest per ricevere in regalo la cassettiera PBN-1.

Sarà un gioco semplicissimo! Basterà mettere “mi piace” alla pagina Facebook di Styledesign e compilare, con i pochi dati obbligatori, il nostro form cliccando qui.
Effettuando questi due passaggi, si partecipa di diritto all’estrazione per vincere la cassettiera.
Segui già Styledesign su Facebook? Commenta il post relativo al contest e parteciperai anche tu.
Per avere maggiori possibilità di vincita puoi:
• Seguirci su Pinterest
• Seguirci su Twitter
• Inserire i tuoi pronostici per le seguenti partite:
>ultima giornata di campionato 15/05 Juventus – Sampdoria
>coppa Italia 21/05 Juventus – Milan

passione-bianconera

Il primo estratto riceverà gratuitamente la cassettiera PBN-1!
L’estrazione sarà effettuata martedì 24 maggio e la vincita verrà comunicata tramite mail all’indirizzo inserito durante la compilazione del form.
Non hai vinto la cassettiera PBN-1?
Controlla bene le mail perché potresti aver vinto le nostre fantastiche T-shirt!

7 Cose da sapere prima di acquistare una poltrona a dondolo

sedia a dondolo retròSicuramente vi sarà capitato di imbattervi in qualche sito online o negozio fisico che vende poltrone a dondolo e vi saranno tornati in menti i dondoli completamente in legno della nonna, sul quale la mia ad esempio lavorava a maglia con i suoi “ferri del mestiere”.

Vi sarà passata per la mente l’idea di acquistarne uno, ma forse non  avete trovato il modello giusto per voi.

Prima dell’acquisto di un dondolo, bisogna valutare alcune aspetti:

  • La comodità: le poltrone a dondolo devono essere comode e dare il maggior sostegno possibile alla colonna vertebrale, soprattutto per chi ha già avuto qualche lesione in passato.
  • Le misure: un dondolo deve essere comodo ma allo stesso tempo non deve occupare troppo spazio nella stanza dove andrete a posizionarlo. Inoltre bisogna considerare da chi sarà usato: se da un bambino o un adulto, perché le misure cambiano ed è spiacevole per un bambino “doversi arrampicare” per salirci o per un adulto “sprofondare a terra”.
  • Lo stile: ci sono poltrone a dondolo più moderne e di design, altre invece più classiche, per permettere l’integrazione con ogni contesto d’arredo.
  • Il movimento: questo è un aspetto fondamentale per una poltrona a dondolo perché consiste nella sua peculiarità. Chi ne acquista una, vuole concedersi quei momenti di relax senza eccessivi sforzi e sentirsi piacevolmente cullare. Il movimento dovrà essere ampio e regolare ed evitare cadute o pericolosi ribaltamenti.
  • cartello di pericolo cadutaLa struttura: proprio per assicurare un perfetto movimento e una buona comodità, la struttura di una poltrona a dondolo deve essere solida e costruita da artigiani esperti e non improvvisati.
  • L’esclusività: poiché non capita tutti i giorni di acquistare un dondolo, scegliere qualcosa di esclusivo per la propria casa fa aumentare senza subbio il valore dell’arredamento.
  • Il rapporto qualità-prezzo: come su tutte le cose, bisogna saper valutare se il dondolo trovato a un prezzo stracciato vale qualcosa, o se dopo un mese rischiate di trovarvi a gambe all’aria.

sedia a dondolo modernaSe siete poco amanti delle strutture moderne (a mio parere fredde), caratterizzate da tanto metallo e poca sostanza, e ritenete che un dondolo in stile classico faccia più a caso vostro, su www.styledesign.it potete trovare quello che fa per voi: dondoli in legno di faggio dalla solida struttura, costruiti a mano da esperti falegnami che non trascurano alcun dettaglio, imbottiti e tappezzati da competenti tappezzieri che fanno questo lavoro da anni e si tramandano la passione di generazione in generazione.dettaglio capitonnè

Styledesign by Arteferretto mette a disposizione molte tinte per la struttura, dal caldo ciliegio all’esclusivo bassano, dal moderno bianco al più particolare nero.

Inoltre c’è una vasta gamma di scelta nell’imbottitura: stoffa, pelle, ecopelle, velluto, a tinta unita, a righe, a fiori, a rombi.. e chi ne ha più ne metta!

Poltrona a dondolo classica imbottita


poltrona a dondolo, dondolo,

Insomma non vi dovrete accontentare di qualcosa di già fatto, che dovrete farvi piacere e per il quale sperare che possa star bene a casa vostra. Grazie alla competenza di Arteferretto, potete scegliervi il vostro dondolo come più vi piace e come meglio si abbina al contesto in cui andrà collocato… soggiorno, camera da letto, taverna o ufficio che sia!

Se dopo aver visitato il sito sarete indecisi sulla tinta o sull’imbottitura in stoffa o pelle, potrete contattare il nostro servizio clienti che vi saprà certamente consigliare nel migliore dei modi!

poltrona a dondolo, dondolo, dondolo in pelle


poltrona a dondolo, dondolo in legno, dondolo

Tendenze arredo: la casa-bozzolo

Si sa che in fatto di tendenze, anche l’ambito dell’arredamento proprio come quello della moda, è un continuo divenire di stili e idee.

Negli ultimi tempi, tra lo scandinavo, il sempre attuale vintage e lo stile industriale, ciò che sembra dominare è la ricerca di uno stile pulito, essenziale, arioso al fine di creare un ambiente estremamente rilassante, avvolgente  e protettivo, una tendenza che si riassume nel concetto di cocooning (dal termine inglese cocoon – bozzolo). Per creare questa atmosfera un po’ ovattata ma senza dubbio molto confortevole, nulla è lasciato al caso, anzi, una ricerca molto accurata in fatto di materiali, accostamenti di colore, stoffe, oggetti, è la base per un ambiente cocooning al top.

casa-bozzolo stile shabbyPrimo passo: la scelta del colore. Privilegiare colori tenui, rilassanti e non troppo aggressivi, contribuisce a creare un’atmosfera molto intima. Via libera quindi a tutte le sfumature del beige, del marrone, del grigio… ma senza comunque disdegnare qualche tocco di colore più vivace come l’ocra, il rosso o il verde. Il tutto illuminato dalla luce tenue di lampade, candele, lanterne…

Tende, tappeti, soprammobili, profumatori per ambienti, illuminazione sono tutti dettagli che si fondono a creare l’ambiente unico che è casa nostra.

Per quanto riguarda i materiali, senza dubbio è il legno che la fa da padrone. Linee morbide e arrotondate, verniciate in tinte chiare o addirittura lasciate grezze. In questi casi il legno è re dei materiali: riscalda qualsiasi ambiente con un tocco di romanticismo. C’è chi lo usa per ricreare l’ambiente di uno chalet d’alta montagna, accostando con gusto complementi semplici ma di carattere, oppure per aggiungere un tocco shabby alla propria casa.

casa-bozzolo stile shabby

Sicuramente sarà venuta voglia anche a voi di creare il vostro stile cocoon, ecco allora una piccola selezione di articoli in vendita sul nostro sito styledesign.it che sapranno dare un tocco particolare alla vostra casa:

 

392-2_web

Mobiletto confiturier in stile Luigi Filippo, ideale come comodino oppure come mobiletto da appoggio, magari sistemato vicino a un divano. Le sue dimensioni molto contenute e la bella tinta laccata, vi permetteranno di posizionarlo in qualsiasi ambiente della casa, dal soggiorno alla camera dal letto e, perché no, anche al bagno! Sarà un ottima soluzione per riporre gli asciugamani piuttosto che profumi, saponette e molto altro ancora.

 

In vendita qui

consolle ad angolo, consolle, arredo casa, arredo ingresso, consolle per ingresso

Questa piccola console ad angolo è perfetta se si vuole riempire un piccolo spazio con un oggetto sobrio ma al tempo stesso particolare. Io lo sistemerei in un angolino in entrata, magari come portafoto oppure ci sistemerei sopra una bella pianta ornamentale …

 

In vendita qui

portaombrelli, portaombrelli decorato

Ecco una chicca dedicata a chi ha l’animo romantico… un delizioso portaombrelli con decoro floreale (rigorosamente eseguito a mano).

 

In vendita qui

Libreria Luigi Filippo 3 cassetti

Per creare un’atmosfera calda e accogliente, non dobbiamo dimenticare di aggiungere un po’ della nostra personalità nell’arredamento di casa. Questa belle libreria, che ben si adatta alla maggior parte degli ambienti living, saprà accogliere con stile tutti i vostri oggetti più preziosi: libri, album fotografici, diari segreti… un complemento d’arredo che darà nuova luce al vostro salotto.

 

In vendita qui

Sedia a dondolo laccata

Dolcezza e confort si fondono qui, in un oggetto che è l’emblema del relax e del dolce far niente… un buon libro e una tazza di tè sono tutto quello di cui avrete bisogno per godere appieno della confortevole morbidezza di questa poltrona a dondolo che non dovrete limitare al vostro salotto ma, che con un po’ di fantasia, sarà bellissima anche in una verandina o in un terrazzo coperto, circondata da fiori e piante. Il relax è assicurato.

 

In vendita qui

6705-red_web

Chi l’ha detto che un ambiente rilassante non possa anche essere colorato? Qualche macchia di colore qua e la contribuisce senz’altro ad animare l’ambiente e renderlo meno piatto. Posto all’ingresso di casa piuttosto che in salone o in bagno, il rosso brillante di questa splendida specchierà saprà regalare al vostro nido un tocco di frizzante vivacità.

 

In vendita qui

Questo e molto altro su styledesign.it… fate il pieno di idee per una casa in perfetto stile cocooning!

Il momento giusto

il momento perfetto

 

Non è raro che mi capiti di discutere con persone insoddisfatte o infelici della loro vita, del loro lavoro, delle loro relazioni, delle loro amicizie… La domanda che sorge spontanea è “Ma chi te lo fa fare di sopportare delle situazioni che non ti vanno bene?” Risposta: “Lo so, hai ragione, ma sto aspettando il momento giusto per…”. Già,  il momento giusto per cambiare lavoro, per lasciare una ragazza che non ami più, per comprare la macchina nuova, per tagliare i ponti con persone che ti hanno fatto del male, per cambiare città, per cambiare casa e così via… Purtroppo quello che spesso ci blocca è la paura, l’incertezza di quello che ci aspetta. Ma se c’è una cosa che ho capito è che per quanto si aspetti, il momento giusto non arriverà mai, anzi, credo addirittura che non esista proprio un momento giusto per fare delle scelte o per prendere delle decisioni importanti. Ci sarà sempre qualche ostacolo che può impedire la buona riuscita dei nostri progetti perché è così, la vita è imprevedibile e non ci lascia tranquilli un attimo. Ecco perché il momento giusto ce lo dobbiamo creare noi. La vita non prende decisioni al posto nostro, siamo noi che ci dobbiamo muovere. Carpe diem diceva l’antico proverbio latino…

E visto che anche noi di Arteferretto siamo fan del carpe diem, vi consigliamo di cogliere l’attimo, perché siamo riusciti a creare IL momento giusto per i vostri acquisti! Unisci prezzi super scontati, mobili bellissimi e consegna gratuitae ne esce un’occasione imperdibile!

Nessuna incertezza, nessuna titubanza, solo la garanzia dell’alta qualità artigianale italiana che puoi scegliere comodamente da casa, in un clic.

Non hai più scuse, il momento giusto è questo! Ma attenzione perché… ogni lasciata è persa   smile

Palla al balzo …ovvero, saper cogliere l’occasione al volo.

image001Mercoledì sera, serata di Champions League.

Michele attende con ansia l’inizio della partita Bayern Monaco – Juventus, la partita di ritorno degli ottavi di finale della competizione europea più ambita, col sogno di poter alzare al cielo dopo tanto tempo la famosa “coppa con le orecchie”. La moglie Chiara decide di sedersi sul divano al suo fianco e guardarsi la partita, anche se di calcio non se ne intende molto.

La partita inizia bene: a 6 minuti dal fischio d’inizio la Juve passa in vantaggio…incredibile!

Ancora più incredibile è che dopo mezzora c’è il secondo goal dei bianconeri: ora la Juve è avanti di due goal sui tedeschi. E così arriva la fine del primo tempo e i giocatori vanno negli spogliatoi… Michele è letteralmente in estasi per come sta andando la partita, non si muove dal divano in trepida attesa del secondo tempo e la moglie Chiara, al suo fianco, a un certo punto gli dice, indicando il vecchio tavolino rettangolare posizionato tra il divano e la televisione:  “Sai tesoro, credo che dovremmo cambiare questo tavolino, non mi piace, anzi non mi è mai piaciuto. Si vede che l’abbiamo pagato poco, è tutto ammaccato e graffiato dopo solo un anno. E anche che ci sto attenta quando faccio le pulizie di casa”.

Michele le risponde in maniera frettolosa: “sì sì amore, cercheremo qualcosa…”.

Tavolino ovale con vetro e ripianoE la moglie “Beh a dir la verità io ne ho già visto uno molto bello e di qualità, sicuramente nel nostro salotto farà un figurone. È un negozio online, visto che non abbiamo mai tempo, si chiama Styledesign, te lo spediscono a casa già montato e pronto all’uso. Mi piace un sacco il colore ciliegio, semplice e luminoso. Ci starebbero bene anche i decori in oro, così si abbina alle tende che hanno quel ricamino dorato. I mobili sono fatti direttamente da loro, quindi possiamo scegliere il colore che vogliamo. Ho visto anche gli imballi che usano…incredibili! Sono di legno, non come quella volta che abbiamo preso le sedie da giardino che sono arrivate quasi senza imballo e una era addirittura rotta. Ricordi?”

Sta iniziando il secondo tempo e Michele risponde: “Sì ricordo. Fai quello che vuoi. Sì l’oro è bello”.

Tavolino rettangolare con dettagli oro Q-C43E fu così che il marito continuò a guardarsi la partita, che purtroppo ha visto la rimonta del Bayern e la sconfitta ai tempi supplementari della Juventus per 4 a 2. La moglie è rimasta seduta sul divano al suo fianco, ma ha colto al volo l’occasione e ha proseguito nel suo intento: per tutto il tempo ha navigato col tablet su Styledesign.it, ha scelto con cura e acquistato con grande facilità il tavolino che aveva visto e del quale si è subito innamorata.

Chiara ha visto anche un bel tavolo con le sedie abbinate per rinnovare anche la cucina, ma aspetterà la prossima partita per parlarne col marito….

8 Consigli per acquistare il tavolo giusto

L’acquisto di un tavolo è sicuramente qualcosa di molto importante. La cucina e la sala da pranzo sono infatti ambienti che utilizziamo ogni giorno e dove spesso accogliamo i nostri ospiti.

Il pranzo e la cena sonometro pieghevole tra i momenti più importanti della nostra vita quotidiana, perché ci si riunisce raccontandosi della giornata trascorsa e si decide qualcosa per il giorno dopo …

Dobbiamo avere, quindi, un arredamento che ci metta a nostro agio, rendendoci soddisfatti e contenti per la nostra scelta.

Per decidere il tavolo da acquistare, quindi, abbinandoci, magari, delle sedie, bisogna valutare tanti fattori. Ecco alcuni consigli per fare la scelta giusta:

1. Innanzitutto calcolare e misurare bene lo spazio a disposizione, per evitare che il tavolo acquistato risulti troppo piccolo in uno spazio grande, o che la cucina diventi troppo piccola a causa di un tavolo troppo ingombrante.

2. Decidere se il tavolo che si sta per acquistare è per un uso quotidiano o solo per determinate e particolari occasioni.

3. Considerare i pro e i contro di ogni modello, per capire quale fa a caso nostro, senza fare scelte affrettate travisate, spesso, da prezzi scontati.

4. Un tavolo a libro può andare bene? Un tavolo libro è di norma quadrato, quindi in teoria per 4 persone, e le misure del lato solitamente sono comprese tra 80 e 100 cm. È adatto per spazi piccoli, ma raddoppiando la sua lunghezza all’occorrenza può essere utile anche in presenza di più persone. La scomodità è forse data dal meccanismo stesso di apertura, appunto definito “a libro”. Possiamo dire che questi tipi di tavolo non hanno “vie di mezzo” e quindi dobbiamo valutare se nella nostra cucina riusciremo ad aprirlo (altri mobili, pensili o mensole vicine potrebbero ostacolarne l’apertura).apertura tavolo libro

5. Un’altra soluzione adatta a spazi piccoli è quella dei tavoli tondi. Questi tavoli non hanno spigoli e, per chi ama la geometria, permettono di garantire “l’equilibrio estetico” dei Tavolo tondo in legnotavolo intarsiato, tavolo rotondocommensali, che siano 2, 3, 4, o 5 persone. I diametri a disposizione variano solitamente da 100 a 120 cm, e, grazie alle allunghe posizionate sotto al piano, il tavolo, all’occorrenza, potrà diventare ovale ospitando più persone. Una maggiore comodità, inoltre, è data da quei tavoli tondi che hanno il gambone centrale al quale poi si appoggiano i piedini, così nessuno si troverà seduto con una gamba del tavolo tra le proprie, come invece può accadere nei modelli con le 4 gambe.

ER-228_web26. E un tavolo ovale? I tavoli ovali possono avere una misura di lunghezza che parte da 130 cm (quindi per 4 persone) fino a circa 160 cm (quindi per 6 persone). In base ai modelli varia anche la profondità. Un tavolo ovale è sempre meno ingombrante di un tavolo rettangolare, pur garantendo lo stesso numero di persone che vi trovano posto. D’altra parte, un tavolo ovale è meno spazioso e per alcuni può risultare scomodo. Il “bello” di questi tavoli è che il sistema di apertura (uguale a quello per i tavoli tondi) è molto più comodo e maneggevole rispetto ai tavoli a libro: il piano si apre centralmente e vi si infilano le allunghe che possono essere separate o agganciate al piano stesso attraverso un sistema molto affidabile. Come per i tavoli rotondi, anche in questo caso possiamo avere modelli col gambone centrale o con le 4 gambe.tavolo ovale allungabile

agganciamento allunghe7. E perché non un tavolo rettangolare? I tavoli rettangolari sono tra i più spaziosi, le misure disponibili sono tante e le possibilità di allungamento sono svariate: per i tavoli più piccoli ci sono due allunghe laterali che si estraggono e si tavolo allungabile, tavolo intarsiatoinfilano sotto al piano; per i tavoli più grandi il piano si apre centralmente, si prendono le allunghe dal loro alloggio appositamente predisposto e si inseriscono con grande facilità in linea col piano. Ovviamente, i tavoli rettangDettaglio tavolo in aperturaolari sono indicati per spazi ampi, per cucine o sale da pranzo molto spaziose. La grande comodità di questi tavoli è data dal fatto che è possibile scegliere quante allunghe utilizzare per raggiungere la misura desiderata.

 

8. Esistotavolo rettangolare, tavolo lungono anche modelli di tavoli fissi, che hanno il vantaggio di una maggiore uniformità del piano e relativa maggiore stabilità, ma ovviamente, questa è una scelta che va ben ponderata in funzione dello spazio a disposizione e dell’eventualità di uso futuro del tavolo stesso.

Quindi, una volta scelta la collocazione, prese le misure della stanza e considerato la funzione che il tavolo dovrà avere, visitate www.styledesign.it by Arteferretto, dove troverete una vasta gamma di tavoli per tutte le esigenze e tutte le occasioni. Avrete la possibilità di personalizzare il vostro tavolo attraverso la scelta della tinta e delle gambe. E con l’aggiunta del trattamento antigraffio che Arteferretto mette a disposizione per le tinte classiche, la resistenza aumenta di molto.

slide-it-2001