Il nostro luogo segreto per voi

segretoAvere una piccola cassaforte in casa non è cosa da tutti ma un discreto cassettino segreto in cui riporre oggetti a noi più cari potrebbe essere un grosso aiuto.
A me è capitato di avere in casa dei gioielli di valore, che solitamente lascio depositati in banca, e non sapere dove metterli! Mi sentivo vulnerabile. Lasciarli dentro al cassetto del comodino o nasconderli all’interno di scatole, per non parlare dei portagioie… i posti più classici in cui lasciarli.
Un altro esempio? Qualche oggetto, una chiave o l’agenda personale che non volevo venissero toccate o che finissero sotto occhi indiscreti per andare a finire nelle mani furbette di qualche bambino troppo curioso…

Per fortuna Arteferretto ha una soluzione pratica e collaudata per risolvere questi problemi: il cassettino segreto.

Questo intelligente escamotage è un contenitore che viene integrato alla struttura del mobile rendendosi del tutto invisibile per chi ne ignora l’esistenza.
segreto1Capita spesso che qualche cliente, senza aver letto le indicazioni che accompagnano la consegna, dopo accurata ispezione del mobile, ci contatta lamentando il fatto che ci siamo dimenticati di fornire il suo mobile con il cassettino segreto.
Ovviamente il cassettino è al suo posto e dopo aver letto le indicazioni, il cliente passa da una estemporanea arrabbiatura ad una grande soddisfazione per aver acquistato un mobile dotato di una bella e funzionale opzione.
I mobili Arteferretto con struttura adatta ad ospitare il nascondiglio segreto sono davvero tanti.

La sua funzionalità è super garantita perché noi di Arteferretto lo controlliamo prima e dopo la sua integrazione al mobile, provando e verificando che svolga al meglio la sua funzione.
Il nascondiglio segreto è un’opzione che noi di Arteferretto vi offriamo per personalizzare il vostro mobile e avere in casa una protezione efficace ma discreta per i vostri effetti più cari.

Personalmente, l’idea di avere una cassaforte in casa mi renderebbe ancora più preoccupata per eventuali malintenzionati perché si tratta di un oggetto ingombrante, che si nota anche se non si vorrebbe.
Invece il nascondiglio segreto è un oggetto ultra discreto che non si nota minimamente dall’esterno del mobile e può essere posizionato anche in complementi di arredo inusuali, come ad esempio un porta tv o una credenza.

Chi cercherebbe mai oggetti di valore nella struttura di un porta tv?security
Pensando alla mia situazione, inserirò il cassettino segreto nella credenzina per l’entrata, così potrò mettere al sicuro dei soldi, per i momenti di bisogno, e la mia agenda privata, nessuno ne sospetterà mai! (Nemmeno la mia mamma curiosa! O forse no? Vi terrò aggiornati)

Il miglior regalo per la Festa del Papà

festa papà
Vediamo, tra poche settimane è la festa del papà, cosa gli regalo quest’anno?
L’anno scorso ho scelto per lui un maglione caldo di buona fattura, l’anno prima un romanzo e tre anni fa la cravatta…
Ma pensandoci bene non l’ho mai visto indossare il maglione perché è affezionato ai suoi vestiti ormai datati, il romanzo è rimasto a metà da molto tempo e per quanto riguarda la cravatta credo si sia dimenticato di averla!

Quindi per quest’anno credo che opterò per un regalo che sono sicura poi sfrutterà perché in linea con le sue attività quotidiane.
Dopo aver fatto una lista di possibili regali, la mia scelta ricade su i mobili, ottimi regali di qualità e che durano nel tempo.

Step successivo: quali mobili?
Ho pensato a cosa piace fare a mio papà quando è a casa, e le possibilità potrebbero essere: poltrona a dondolo, scrittoio, tavolino da salotto, servomuto…

education-548105_640La poltrona a dondolo potrebbe andar bene perché mio papà adora leggere il quotidiano in tranquillità, soprattutto durante la domenica, prima e dopo pranzo;
lo scrittoio può esser utile per avere un angolo tutto suo dove lavorare al pc o riporre i suoi giornali (così mia mamma non brontola per il disordine che lascia in giro per la casa);
Ho pensato al tavolino da salotto perché gli piace molto gustarsi il caffè seduto sul divano, sono i suoi attimi di tranquillità durante la giornata e non ci rinuncerebbe per nulla al mondo;
il servomuto perché è molto comodo, a fine giornata papà non ha mai molta voglia di sistemare i suoi vestiti e mamma brontola sempre, almeno così accontenterei entrambi.

Ultimo passaggio: come faccio a scegliere il mobile?

Forse mi sono già chiarita le idee ma per avere un quadro ancora più limpido è meglio se faccio una lista per ogni mobile.

Poltrona a dondolo:
Deve essere resistente e comoda, di fattura artigianale e made in Italy.
Altro punto importante è l’imbottitura, morbida e indeformabile, tappezzata con pelle o ecopelle con lavorazione capitonné per conferirgli il classico aspetto in stile. Secondo me la poltrona a dondolo potrebbe essere adatta a mio papà perché questo mobile è adatto in particolare a chi ama prendersi delle pause durante la giornata e lasciarsi cullare guardando la tv, leggendo un libro o un giornale.

poltrona dondolo festa papà

Scrittoio:
Solidità e praticità, ecco le sue caratteristiche fondamentali.
Altro elemento che dovrebbe avere è il cassetto, o meglio ancora più cassetti, dove riporre ordinatamente i propri effetti, e il piano in pelle per conferire ancora più valore e preziosità. Il legno è il materiale prediletto per il mobile in stile classico.
Devo pensarci bene perché a mamma non piace molto vedere papà seduto alla scrivania.
Certo che, uno scrittoio di ottima fattura, realizzato da abili artigiani con materiali di prima qualità affinché duri a lungo nel tempo, è un tipo di mobile utile per chi trascorre diverse ore al giorno seduto ad una scrivania e desidera stare comodo.

scrittoio festa papà

Tavolino da salotto:
Elementi basilari sono bellezza e durevolezza, in quanto un tavolino da salotto dovrebbe essere pregevole alla vista e sopportare egregiamente l’utilizzo quotidiano.
Il tavolino da salotto ha varie forme, per mio papà potrei scegliere un tavolino basso e rettangolare con ripiano inferiore e dalle linee semplici, oppure alto e rotondo in legno massello da mettere accanto al divano. La semplicità delle forme e l’artigianalità italiana sono i punti di forza di questi mobili.

tavolino festa del papà

Servomuto:
È un mobile quasi dimenticato ed invece è così utile! Soprattutto per gli uomini che hanno una certa avversione a riordinare i propri vestiti.
In solido legno per sorreggere anche i maglioni datati di papà! E poi, è discreto e allo stesso tempo elegante e funzionale.
Potrebbe diventare un ottimo alleato per mamma e un buon amico per papà.

servomuto festa papà

padre-e-figlio festa papà

 

Ci penso ancora un pochino, ma credo che la mia scelta definitiva cadrà sul tavolino da salotto alto e rotondo, così il mio papà avrà un ottimo ripiano per la sua tazzina da caffè quando se la gusterà comodamente sul divano in soggiorno.

E voi? A quali regali state pensando?

 

 

A Carnevale solo lo stile veneziano vale!

Febbraio significa Carnevale e Carnevale è sinonimo di Venezia!
Abitando ad un’ora di treno da Venezia, farci una capatina in giornata, per noi, ci sembra normale…
Canali, viette, piazze e ponti rendono questa città unica nel suo genere e spesso ci dimentichiamo della fortuna che abbiamo vivendoci così vicino.
Il Veneto è ricco di meraviglie, me ne convinco sempre più!
Durante il Carnevale, Venezia diventa ancora più variopinta perché maschere, vestiti ampi e preziosi, stelle filanti e coriandoli, animano Piazza San Marco e l’intera città senza sosta: sembra di aver viaggiato nel tempo e di essere circondati da atmosfere di altri tempi!

le-maschere-del-carnevale-di-venezia

Entrando, poi, in palazzi ed edifici che si affacciano sui canali o frequentando i caffé nelle piazze e le osterie nelle calli, si ha subito l’impressione che il Settecento sia ritornato con prepotenza.
Cosa rende gli edifici veneziani così unici e particolari?
Alcune cose uniche e, tra queste, i mobili!
Sono loro che danno il tocco di stile decisivo alle maestose stanze dei palazzi.
Fanno atmosfera, creando un mix di sensazioni del tutto particolari.

Questarmocenigo3_max magica atmosfera fatta di stile ed elegante sfarzo può essere riproposta anche nelle nostre case anche se non abitiamo un palazzo con alti soffitti, stucchi, affreschi e grandi specchiere a tutta parete. È possibile rievocare lo splendore veneziano con spettacolari mobili in stile classico veneziano.
Lo stile veneziano nasce dalla borghesia che vuole dare un segno tangibile della nobiltà. I mobili si arricchiscono di molti particolari, come stucchi, intarsi ed elementi decorativi nei quali il colore ha un ruolo importante.

Colori pastello e i decori floreali sono le caratteristiche principali dello stile Veneziano.

AF-687Oro e argento sono utilizzati per abbellire gli intagli esaltando ancor più i dettagli pregiati di questi mobili.
I mobili tradizionali veneziani presentano piedini arcuati, più o meno alti, che slanciano la struttura e la alleggeriscono. La maniglieria è sempre sapientemente lavorata. Integrata allo stile del mobile costituisce un unico ed originale elemento di puro stile.
Accomodandosi su una sedia o una poltrona in stile veneziano, ci si rende conto della generosa imbottitura con largo uso di tessuti dai colori caldi e preziosi che ricordano la sontuosità della nobiltà: rosso, azzurro, verde, prediligendo i motivi damascati.

L’esteticaVIS-45_styl2 dei mobili in stile veneziano è apprezzata non solo nell’arredamento classico ma anche nello stile contemporaneo dove il loro inserimento rappresenta uno stacco decisamente piacevole ed intrigante.
Un chiaro esempio può essere la consolle laccata nera con intagli valorizzati dalla tinta oro, perfetta per dare un tocco di originalità ed eleganza in ambienti moderni.
Questa alternanza di stili si può utilizzare in tutte le stanza della casa, il letto in tonalità calda e chiara, con intagli, ben si addice ad una camera da letto shabby-chic, oppure la panca classica con braccioli arricciati, decorazioni floreali e il ricco tessuto damascato conferisce personalità ad un ambiente classico.
Troppi elementi in uno stesso mobile?
Così potrebbe sembrare, ma sapendo come dosarli, lavorarli e abbinarli, si crea un piccolo gioiello che brilla di luce propria valorizzando l’intera stanza.

Il lusso può rivivere in casa di ognuno di noi con mobili in stile classico veneziano, nati dalle mani degli artigiani veneti che hanno nel DNA la storia di Venezia!

ARTIGIAN-4

Come fare la differenza

Trovare aziende online professionali e affidabili, ormai è un po’ come cercare un ago in un pagliaio.

Le informazioni che riguardano l’azienda che vende il prodotto al quale siamo interessati sono sempre più vaghe e decidere dove comprare richiede sempre più attenzione e una ricerca accurata.

Sbirciando un po’ tra i vari negozi, ho scoperto che noi di Arteferretto siamo davvero differenti.

Andare contro corrente

Dove tanti danno importanza alla quantità venduta, noi diamo valore alla persona che compra e alla qualità che offriamo.

Ho pensato di schematizzare le mie ricerche per darvi modo di riflettere sull’acquisto che fate:

Descrizione Altri venditori Arteferretto
Servizio clienti Velocità relativa; scarsa competenza; informazioni vaghe. Tempi di risposta veloci;competenza assoluta con risposte chiare e precise (siamo produttori e sappiamo di cosa parliamo); Orario continuato e rispondiamo via mail anche il weekend!
Personalizzazione del mobile Non sempre è possibile; dove è realizzabile è limitata e con costi esosi Possiamo produrre mobili su misura, personalizzati a seconda delle esigenze dei nostri clienti a prezzi onestiConsigliamo al cliente la soluzione più adeguata in termini economici, di funzionalità e qualità.
Personalizzazione della tappezzeria e del colore del mobile Scelta dei tessuti scarsa; tessuti comuni e non sempre di qualità; scelta del colore del mobile solo tra le disponibilità di magazzino. Abbiamo una scelta di tessuti davvero ampia. Tessuti fatti in Italia e con disegni originali. Noi offriamo le nostre colorazioni standard e diamo la possibilità di scegliere un qualsiasi colore dalla tabella RAL.
Consigli al cliente Consigli mirati alla vendita di alcuni particolari prodotti. Il più delle volte con operatori anche troppo insistenti. Ascoltiamo il cliente e lo consigliamo per accontentare e soddisfare le necessità espresse. La soddisfazione del cliente è al primo posto.
Assistenza post-vendita Praticamente inesistente, quando è presente ha tempi di risposta infiniti. Sempre presenti, pronti a rispondere e ad ascoltare le vostre esigenze. Il cliente deve tornare sereno a comprare da noi.
Collaudo dei prodotti Mai Sempre, montiamo, collaudiamo e smontiamo ogni prodotto per essere certi della qualità che esce dalla nostra fabbrica.
Istruzioni Inesistenti o imprecise e può capitare di trovarle in un’altra lingua (e per prodotti spacciati per Made in Italy è il massimo) Per i pochi mobili che hanno bisogno di montaggio sono sempre presenti chiare indicazioni corredate di foto.
Prezzi Vari e confusi. Reali, i migliori prezzi di fabbrica, senza rinunciare alla qualità e all’artigianalità. Filiera azzerata a vantaggio del cliente.

 

La soddisfazione da noi è concreta, vi sentirete sempre seguiti, come se foste andati al negozio sotto casa a comprare.

Uno su mille è differente

Bonus Mobili 2017

Si sente tanto parlare di Bonus Mobili, ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica, certamente non sono però argomenti alla portata di tutti se non si è esperti del settore o se per qualche motivo non se ne ha a che fare.
Il Bonus Mobili è “la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili” e si ottiene “indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche)”: questa è la definizione data dall’Agenzia delle Entrate.Bonus MobiliIn parole povere, il Bonus Mobili rappresenta la possibilità di recuperare il 50 % delle spese sostenute per l’acquisto di mobili, con un tetto massimo di 10.000 € all’anno. Mica male, potremmo dire!
Ma chi ne può usufruire? Quando? Su quali mobili? Ci sono dei limiti?
Tante domande che molte persone si pongono, a cui cercheremo di dare risposta:
– Tutte le persone fisiche possono usufruire del Bonus Mobili – sono escluse le imprese – che abbiano sostenuto delle spese per l’acquisto di arredi nel periodo compreso dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017.
– Rispetto al 2016 sono stati ampliati i metodi di pagamento accettati: non più solo bonifico parlante (cioè con specifici riferimenti all’acquisto usufruendo del bonus) , ma anche Carta di Credito, Bancomat e Bonifico ordinario (quindi senza riferimenti particolareggiati), mentre rimane invariato il tetto massimo di spesa, cioè 10.000 € annui, dai quali si può detrarre fino al 50%.
Bonus-MobiliBonus-fiscale

 

 

 

 

 

 

Tuttavia la detrazione fiscale per quest’anno ha alcune limitazioni:

1. Si può applicare solo in caso di ristrutturazione edilizia, più precisamente “interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2016″ (- IlSole24Ore).
2. La Legge di Stabilità del 2017 non ha prolungato il Bonus Mobili per Giovani Coppie per il 2017 lasciandolo quindi terminare il 31 dicembre 2016. Questo caso prevedeva la possibilità di usufruire del bonus anche per giovani coppie sposate o conviventi da almeno 3 anni che avessero acquistato mobili o elettrodomestici per la propria casa, anche se quest’ultima acquistata come prima casa e non ristrutturata. Per l’appunto però questo bonus non è stato prorogato.
domande bonus mobili

 

E ora veniamo alle domande di carattere più pratico che spesso ci ponete:

Su Styledesign si possono comprare mobili e usufruire del Bonus Mobili?
Certo che sì! Styledesign può essere il vostro negozio dove acquistare in tranquillità e sicurezza, supportati dal Servizio Clienti.

Come faccio a usufruire del Bonus Mobili?
Per usufruire della detrazione fiscale “Bonus Mobili” è necessario richiederci esplicitamente la Fattura specifica al momento dell’ordine che prevede la dicitura “FATTURA EMESSA IN CONFORMITA’ A DICHIARAZIONE DEL CLIENTE PER VENDITA DI MOBILI E PARTI DI ARREDAMENTO RICONDUCIBILI A RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CON RIFERIMENTO art.16 del 2013″.

Ho ristrutturato la camera da letto: posso acquistare il tavolo o una libreria con il “Bonus Mobili”?
Sì, non vi è correlazione tra l’ambiente ristrutturato e gli arredi acquistati, purché riferiti alla medesima unità immobiliare. In pratica potete accumulare spese per l’arredo dell’abitazione, sapendo che al massimo otterrete 10.000 € di rimborso. Styledesign vi fornisce mobili per ogni vostra necessità e se avete esigenze particolari, vi faremo un preventivo per un mobile su misura. Il Bonus può essere chiesto anche per diverse unità abitative, il limite di 10.000 € riguarda ogni singola unità.

Il trasporto ed il montaggio può essere incluso nel Bonus Mobili?
Sì, purché tali spese siano sostenute con le stesse modalità di pagamento previste per l’acquisto di mobili. Quando fate un acquisto presso di noi, il prezzo finale è comprensivo sempre del trasporto mentre il montaggio è su richiesta, così come la consegna al piano. Indipendentemente dalle vostre scelte specifiche, il totale dell’ordine comprende il costo del mobile, il trasporto ed eventualmente tutte le altre personalizzazioni che voi potete scegliere.

domande bonus mobili

Posso pagare con assegni oppure in contanti?
No, gli acquisti pagati con queste modalità non potranno godere dell’agevolazione “Bonus Mobili”. Potete pagare con Bonifico o Carta di Credito

Quando mi viene inviata la fattura e cosa devo farne?
La fattura per il vostro acquisto su Styledesign viene solitamente inviata insieme alla merce ordinata oppure entro il 10° giorno del mese successivo alla spedizione della merce tramite e-mail, salvo richieste o casi particolari. La fattura andrà conservata insieme alle altre, se presenti, relative all’acquisto di arredi dell’immobile e presentate a chi di competenza al momento della compilazione del modello 730. Dovrete conservare anche la ricevuta dell’avvenuto bonifico, la ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, e la documentazione di addebito sul conto corrente (in base quindi alla modalità di pagamento che sceglierete).
Se tutto è in regola, il rimborso dell’imposta verrà erogato a favore del contribuente in 10 rate annuali.

Speriamo di aver reso le idee un po’ più chiare.
Per ogni ulteriore approfondimento vi invitiamo a consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate .
Il nostro servizio clienti è comunque a disposizione, telefonicamente con orario continuato, o per mail, per ogni dubbio o chiarimento.

Fonti:
Guida Bonus Mobili
FederLegnoArredo – Bonus Mobili istruzioni per l’uso
IlSole24Ore – Bonus Mobili 2017

Gennaio: mese di inizio saldi!

Gennaio mese delle spese pazze, ma gennaio è anche il momento per rimediare ai regali di Natale, purtroppo, visto che non tutti hanno ricevuto il dono tanto atteso o se è arrivato, magari pecca in qualcosa. Dico bene?
Nessun timore, c’è rimedio a tutto! E, per quel che possiamo, anche noi di Arteferretto vi aiutiamo con sconti che arrivano al 15%!

saldi, inverno

Vi aspettavate percentuali maggiori?
Nelle nostre vetrine non vedrete mai sconti pazzeschi perché non siamo solo commercianti di mobili, bensì siamo produttori e venditori, “e” che dovrebbe essere letta con il giusto tono di importanza che merita.

risparmio

Questa notevole differenza avvantaggia noi di Arteferretto tutto l’anno permettendoci di mettere sul mercato i mobili a prezzo di fabbrica senza sovrapprezzi dovuti ai passaggi di mano della catena di distribuzione.
Noi siamo i produttori dei mobili che vi proponiamo e per questo non vedrete mai sconti superiori al 15%. I nostri prezzi sono bassi sempre perché non siamo solo commercianti che puntualmente fanno i conti con listini improponibili.

 

E, tenendo fede al nostro ruolo di produttori, se possiamo offrirvi qualcosa di concreto oltre lo sconto, questo sarà un omaggio costituito da un oggetto di nostra produzione.
Vi offriamo, quindi, un oggetto che potrete scegliere tra tutte le varianti proposte e che diventerà un utile complemento per la vostra casa. Un seppur piccolo segno di riconoscenza, che, per quanto semplice, porta con sé tutta una tradizione di lavoro artigianale di cui è intriso ogni nostro prodotto.
È facile regalare buoni sconto, magari solo di 5€, ma non tutti sono in grado di farvi un presente davvero utile per la vostra casa e di un certo valore commerciale. Il motivo?
Ne baregalo saldista uno: noi siamo produttori di mobili, lavoriamo il legno in prima persona, e questo ci differenzia di gran lunga dai commercianti puri.
La persona che non si ferma davanti alle apparenze capisce chiaramente la nostra posizione e il perché dei nostri saldi con percentuali credibili.
Tra i venditori c’è, invece, chi vede il periodo di saldi come una competizione tra chi strombazza in modo più eclatante i propri sconti.
Noi non partecipiamo a questa gara.
Non ne abbiamo i requisiti.

… che gioia quegli auguri!

Qualche giorno fa, ritirando la  corrispondenza dalla cassetta delle lettere, mi accorsi che tra riviste, volantini pubblicitari e bollette varie (il portalettere, nella migliore delle ipotesi, passa solo 2 volte a settimana e la quantità di materiale da smistare diventa impegnativa), c’era una semplice busta con l’indirizzo scritto a mano.

Incuriosita, labigliettini di natale, regali di natale, festesciai sulle scale tutto il resto e aprii quella busta.
Capii subito di chi era quella calligrafia un po’ stentata!
Era una cara anziana prozia, ultranovantenne che per allontanare la noia e trascorrere piacevolmente i lunghi pomeriggi ormai freddi e bui, aveva pensato bene di spedire, ai non pochi parenti, altrettanti biglietti di buone feste!
Che emozione!!
Poche righe con la scrittura un po’ incerta, ma tanto sincera! Con quella frase finale: “… chi sempre vi ricorda…” che sapeva proprio d’altri tempi!
Grazie zia Margherita, anche per il biglietto un po’ vintage (ora va di moda) e che conserverò per sempre con tanto affetto!!

telefono, telefonata

 

 

È stata davvero una bella sorpresa. Ormai, è usanza comune, tra giovani e meno giovani,  ricevere e fare gli auguri per sms, email o, più raramente, con una veloce telefonata.

 

 

Ricevere un bigliescrivere, scrivo, lettera, bambina che scrivetto ha tutto un altro effetto… sapere che qualcuno ha speso il suo tempo per ricercare un biglietto  appropriato, impugnare una penna e scrivere quello che il cuore gli suggeriva, ti fa emozionare appena lo apri, ancora prima di leggerlo.

 

 

Noi di Arteferretto diamo ancora molto valore ai piccoli gesti fatti con il cuore, pensiamo che nell’era del digitale, dove siamo tutti di corsa, dove siamo completamente assorbiti  dal quotidiano, dove è difficile anche solo ricavare qualche minuto per sè stessi, dedicare del tempo agli altri, alle persone a noi più care, sia un toccasana per l’anima.

Quello che noi inviamo ai nostri clienti, è veramente un piccolo omaggio, fatto artigianalmente con il cuore, che aspira umilmente ad arrivare ai vostri cuori per ringraziarvi e per augurarvi, con affetto, Buone Feste.

festività, buone feste, auguri

Acquisti online: le 3 regole fondamentali per fare la scelta giusta.

Dopo la grande rivoluzione portata dalla nascita, a volte indiscriminata, dei centri commerciali a discapito dei negozi tradizionali, l’altra significativa svolta nell’ambito del commercio è il decollo verticale delle vendite online.
La drastica riduzione di costi fissi per chi vende (primi tra tutti il costo per locali, arredi e personale) ha favorito la riduzione generale dei prezzi rendendo evidente il vantaggio di questo tipo di vendita rispetto a quello tradizionale.
L’apertura di nuovi scenari per i quali risulta lento il processo di regolamentazione, porta inevitabilmente la presenza degli immancabili furbacchioni (è un eufemismo, queste persone meriterebbero certamente un altro nome) che mettono in atto le più fantasiose macchinazioni per truffare il prossimo.
Queste persone, sfruttando il web, operano in maniera truffaldina e risulta, spesso, molto facile cadere nei tranelli da loro perpetrati.
Come difendersi? Con tre semplici azioni:
– La principale e più importante regola da seguire è semplicemente questa: conoscere la persona o la società con la quale ci si sta approcciando. “Chi siamo” e “Dove siamo” sono le pagine più utili per questo scopo.

logo, arteferretto, styledesign
Se nonostante i vostri sforzi di reperire informazioni non riuscite ad avere un quadro esauriente sull’identità del venditore, iniziate a diffidare.
– Verificate le informazioni della pagina “Chi siamo” con altre fonti. Ad esempio con una ricerca su Google inserendo il nome dell’azienda o della persona indicata. Utilissimo potrà risultare inserire, dopo il nome ricercato, il termine truffa. Ad esempio “Pinco Pallino truffa”.
– Terza importante azione che potete fare è verificare la titolarità del nome a dominio del negozio e da quanto questo è attivo. È chiaro che un dominio acquistato da poco tempo (e per poco tempo si può intendere una data fino ad un anno prima) può far nascere qualche sospetto. Per fare questa verifica velocemente e facilmente, accedete al sito http://whois.domaintools.com/ e digitate il nome del dominio sul quale volete informazioni.

whois lookup, styledesign

Whois Lookup, ricerca Styledesign.it

Concentrate la vostra attenzione sul nome del registrante e sulla data di creazione del dominio, traendone le vostre considerazioni.

whois lookup, styledesign

Whois Lookup, data registrazione Styledesign.it

 

whois lookup, styledesign, dominio

Whois Lookup, dominio di Arteferretto.com

Cosa facciamo noi di Arteferretto per essere chiari fin dal principio con i nostri potenziali clienti?
Beh, cerchiamo di essere trasparenti al massimo. Sui nostri dati aziendali pubblichiamo un estratto della visura camerale dalla quale risulta evidente che non siamo commercianti, ma effettivi produttori degli articoli che vendiamo. Quando parliamo di prezzi di fabbrica, quindi, lo facciamo a ragion veduta e non per riempirci la bocca con uno slogan ad effetto.

Poi, oltre a descrivere “Chi siamo”, ci siamo divertiti a mostrarvi anche “Come eravamo” grazie a qualche ripresa video relativa la metà degli anni ’80 recuperata tra i miei ricordi di famiglia.

Sono passati più di trent’anni da quelle immagini e quasi quaranta dall’inizio dell’attività, e l’esperienza accumulata, unitamente alla tradizione di famiglia, costituiscono certamente un grande valore.
Un’esperienza e una passione coltivati pazientemente nel corso di tanti anni senza badare molto ad orari o giorni festivi, sempre proiettati in avanti dalla volontà di realizzare qualcosa capace di dare forma ad un sogno, un’aspirazione, un’idea…
Questa realtà è Arteferretto. Con il proprio percorso e la propria storia che, almeno in parte, cerchiamo di farvi conoscere.
Con chi si conosce, poi, risulta molto più facile parlare e capirsi.

Franco Ferretto

Il bosco che vorrei

emigrazione, direzioni. cartelli, Mi capita spesso, parlando con amici e conoscenti, di fare alcune considerazioni sul fenomeno dell’emigrazione di tanti giovani italiani verso mete più promettenti sotto il profilo professionale.
Il più delle volte si arriva alla conclusione che si tratta di una scelta obbligata per chi desidera fare un certo percorso o per chi vuole avere a disposizione maggiori scelte per individuare una propria strada e quindi percorrerla.

E, al di là che questa strada si trovi o no, resta la possibilità di acquisire importanti esperienze, grazie anche alla maggiore facilità di spostamento da un Paese all’altro rispetto il passato.
Spesso il discorso si sposta dai giovani agli imprenditori. Ci sono Paesi (la Svizzera, ad esempio) che costruiscono ponti d’oro per attrarre validi imprenditori affinché trasferiscano l’attività nel loro territorio.
La cosa può essere molto vantaggiosa e facilmente accettabile per aziende che stanno nascendo o per attività che non sono legate ad un “sistema” creato attorno a loro.
I fatti devastanti di quest’ultimo periodo, terremoto e alluvioni, sono duri colpi per la gente e le imprese della nostra bella Italia. In tanti casi potrebbero costituire stimolo ed occasione per una sistemazione più tranquilla e garantita.
Albero, radici, Ma in questa martoriata e bellissima terra si mettono le radici. L’albero che nasce in una terra arida e inospitale affonda le proprie radici in profondità. E questo lo rende forte. Sradicarlo è impresa ardua.
Ma siamo continuamente colpiti dall’ascia di eventi naturali, provvedimenti fiscali, normative assurde che cercano di abbatterci.
Un piccolo albero è facile da sradicare. Un’impresa giovane può essere trapiantata facilmente su un altro terreno.
Un vecchio e grande albero si abbatte accanendosi con ripetuti colpi. Una volta abbattuto non attecchirà più su un altro terreno. Semplicemente muore.

Per evitare il deforestamento è necessario che i governanti si trasformino in giudiziosi giardinieri capaci di dare un sostegno all’albero che, a seguito di determinati eventi, ha iniziato a vacillare.
A volte, si ha l’impressione che venga dato il colpo di grazia ai vecchi alberi e si incoraggi il trapianto di quelli più giovani in altri terreni.
I vecchi alberi muoiono e i giovani saranno coltivati altrove.
Cosa resta? Un desolante ed arido scenario, buono solo per far crescere qualche erbaccia cattiva.

deserto, desolazione, arido

Per Styledesign è già tempo di regali

Siamo a Ottobre, mancano ancora 2 mesi a Natale, ma Styledesign ha deciso di fare già dei regali ai suoi clienti!
Infatti, con un ordine a partire da 700 €, sono a disposizione elegantissimi oggetti d’arredo per abbellire la propria abitazione, ad esempio:

pannello appendiabiti laccato, pannello per ingresso, appendiabiti per ingresso, arredo ingresso, appendiabiti

Portaombrelli in legno stile classico, arredo ingresso– le cappelliere appendiabiti, disponibili in diverse misure e finiture

– il portaombrelli in legno, anch’esso disponibile in diverse tinte

– il fantastico tavolino rettangolare Elegance, personalizzabile nella tinta

Tavolino bianco da salotto

Per ottenere il premio scelto è sufficiente indicarlo nella casella per le annotazioni in fase d’ordine, oppure comunicarlo successivamente inviando una e-mail, e sarà spedito insieme alla merce ordinata.
Per ogni dubbio o perplessità il servizio clienti è sempre a disposizione tramite e-mail o telefonicamente, adesso anche con orario continuato dalle 08.00 alle 18.30!servizio clienti ad orario continuato

A volte per arredare una casa, abbellire una parete o personalizzare un ambiente, si rischia di “strafare”. Pochi si rendono conto che anche con elementi più piccoli e discreti è possibile dare quel tocco in più alla propria casa, o al proprio ufficio. Questo è il caso ad esempio di un elegante portaombrelli in legno dalla tinta classica posizionato all’ingresso, che certamente colpirà subito gli ospiti per la sua particolarità, o di un raffinato tavolino, nel quale lo stile classico viene sapientemente integrato ai concetti più contemporanei, per il soggiorno o magari la sala d’attesa dell’ufficio o dello studio.